Nei sistemi Linux e possibile scegliere su diversi tipi di file system, ext2, ext3, ext4, ReiserFS, ZFS, XFS, JFS, ecc. Dire quali di questi è il migliore non è argomento che tratteremo in questa sezione, oggi spiegheremo solo come gestire i filesystem, formattare(o meglio dire creare un filesystem), montarla, gestire la swap e altro.

Creiamo il FileSystem
Il comando per creare il filesystem è

mkfs

Per esempio vogliamo creare un filesystem in ext3 utilizzeremo il comando

mkfs.ext3 /dev/sdc1

Al comando possiamo legare alcune opzioni

-j Crea un journal
-m Specifica lo spazio di blocchi riservato al filesystem
-L Etichetta del Volume

Ricordiamo che se vogliamo creare un filesystem in una partizione lvm
dobbiamo passare come device il volume logico es
mkfs.ext3 /dev/vg_group1/lvol0

Se invece abbiamo una partizione formattata con un filesystem ext2 e vogliamo effettuare un upgrade al ext3 oppure a ext4, non abbiamo bisogno di prendere il file spostarli formattare e poi rimetterli a posto, ma ci viene in aiuto un comando apposito tune2fs
tune2fs -j /dev/sdc1
e la nostra partizione verrà convertita in ext3
se invece vogliamo convertirla una partizione ext3 in ext4
tune2fs -O extents,uninit_bg,dir_index /dev/sdc1

La Partizione di Swap
Su Linux una partizione di swap e utilizzata per espander l’utilizzo della memoria virtuale ad oltre il limi0te della RAM, quando viene saturato lo spazio nella RAM il sistema utilizza lo spazio riservato alla swap per gestire la memoria, questo però comporta che la velocità della memoria diminuisce molto.
Vediamo alcuni comandi necessari per getsire la partizione di swap

mkswap Crea una partizione di swap
swapon Abilita una swap
swapoff Disabilita una swap
dd Azzera una partizione

Creiamo una Partizione
mkswap /dev/sdc2
Abilitiamola e verifichiamo che sia stata creata correttamente
swapon -s
vedremo una lista delle partizione di swap

Vediamo invece come riservarci uno spazio per la swap tramite un file di swap
Riserviamo lo spazio alla swap supponiamo 2GB
dd if=/dev/zero of=/mnt/f_swap bs=2048 count=1000000
Abilitiamo
swapon /mnt/f_swap

Verifichiamo il tutto
swapon -s

Molto interessante.

CCleaner, il software gratuito più utilizzato per mantenere pulito e sicuro il computer, può essere potenziato ulteriormente tramite un’estensione conosciuta in rete con il nome di Ccenhancer. Di default, Ccleaner è in grado di pulire i file temporanea di alcuni software di terzi, come Photoshop e simili.

Il numero di questi però è limitato, almeno fino a quando non installerete il plugin di cui parlavamo prima. Dopo l’installazione infatti, Ccleaner diventa davvero migliore ed è in grado di pulire centinaia di software esterni al computer.

Ecco qualche nome dei Software che verranno esaminati da CCleaner dopo l’installazione di CCenhancer: Orbit Downloader (il miglior download manager in assoluto), Audacity (per registrare audio dal microfono), Quicktime player (player musicale e lettore video) e tanti altri ancora. Il peso di Ccenhancer è ridotto al minimo, ovvero poche centinaia di Kilobyte. L’installazione quindi è consigliata anche a coloro che hanno internet lento o che usano computer poco avanzati.

Le istruzioni del tool e il link per scaricarlo li potete trovare sul sito ufficiale dei produttori di quest’estensione. Vi ricordiamo che Ccenhancer non è un tool creato dai produttori di Ccleaner, quindi non può essere considerato un aggiornamento ufficiale, ma soltanto un miglioramento fatto per hobby.

Ci sono molti software che permettono di scaricare streaming video non solo da YouTube ma da una miriade di altri luoghi come nel caso di FreeMake Video Downloader.
Ci sono anche altri download manager come ad esempio Orbit Downloader che possono fare la stessa cosa.

Tuttavia , per tutti coloro i quali non desiderano utilizzare un download manager dedicato, esiste un’alternativa che si chiama Media Sniffer e potrebbe rivalersi la scelta giusta.
Media Sniffer infatti è un programma open source molto leggero e portabile che “annusa” il traffico e scova lo stream dati all’interno della rete, sia tramite il browser che dentro un media player come iTunes.

Tutto ciò che è necessario fare per utilizzarlo, è avere il software aperto prima di iniziare a riprodurre un file multimediale, lui, non appena scoverà lo stream in questione, estrarrà le informazioni necessarie.
Esso supporta quasi tutte le estensioni di file multimediali esistenti e ne può estrapolare sia audio che video.
Sotto le impostazioni del programma è possibile selezionare la scheda di rete sulla quale operare, la porta per lo “sniffing” e le impostazioni relative all’aggiornamento in fase di avvio.

Se viene utilizzato in ambiente Linux, è necessario pre-installare libpcap, mentre se lo si utilizza sotto Windows, è necessario Winpcap.
Una volta estratto il file zip, si hanno 2 cartelle ed è necessario utilizzarne una piuttosto che l’altra a seconda del fatto che sulla macchina sia presente il Microsoft Visual C++ 2008 Redistributable.

Anche se ormai quasi tutti gli stereo, compresi quelli presenti in auto, sono in grado di riprodurre audio in formato MP3, esistono ancora molti lettori che non supportano questo formato. Quindi se avete il vostro Hard Disk pieno zeppo di file audio in formato MP3 e volete ascoltarli in auto occorre masterizzare il tutto nel formato CD-AUDIO classico.

Per eseguire questa conversione ci sono varie soluzioni, una di queste è l’utilizzo di Gogo MP3 to CD Burner, questo software gratuito ci consente di trasformare MP3,WMA, WAV e OGG in CD Audio, in modo semplice e veloce.

Vediamo come funziona

Per prima cosa scaricate Gogo MP3 to CD Burner da questo link.
Dopo averlo installato seguendo le istruzioni a video ciccate su “Add File”.
Nella finestra che si apre selezionate i vari file che comporranno il CD.
L’importazione dei file richiederà qualche secondo a causa della conversione.
Al termine verificate che in “Total Duration” non superi la capienza massima. (se così fosse cancellate qualche traccia)
Ora non vi resta che selezionare il masterizzatore nel menu “CD-ROM” e ciccare su “Burn CD”.
Attendete che termini la fase di masterizzazione ed avrete il vostro CD-AUDIO pronto per essere ascoltato su qualsiasi dispositivo con supporto CD.

Molto interessante.

Di siti pazzi ed inutili in rete ne ho visti molti. Ma forse quello che vi presento oggi ha qualcosa che lo rende utile e poco pazzo. Quante volte vi è venuto in mente di fare una caricatura di una foto di un vostro amico? Beh, molto per creare queste caricature utilizzano PhotoShop oppure le fanno a mano, per chi è bravo a disegnare ma gli altri? Quelli che non sanno usare ne Photoshop e non sono neanche degli abili Giotto, come possono fare?

Esistono dei software desktop che ci permettono di creare delle caricature di alcune nostre foto, ma i risultati non sono mai quelli che speravamo. Oggi, vi presento un sito veramente carino e ben fatto.

Cartoon Photo, vi permette di creare delle caricature direttamente online. Basta, infatti, caricare la foto sul sito e poi modificarla con l’editor presente sul sito. Una volta completata la modifica, potete decidere che fare della foto, potete salvarla sul vostro account, condividerla con un link oppure, scaricarla sul pc e inviarla al povero malcapitato di turno.

Il servizio è completamente gratuito e non richiede nessun tipo di registrazione. Se volete, è comunque possibile creare un account personale dove, come dicevo prima, poter salvare le vostre foto.