A volte potrebbe servire una sola pagina contenuta all’interno di un documento molto pesante. E se devi inviare la pagina a un collega tramite e-mail, tutto il documento potrebbe essere troppo pesante. Puoi estrapolare solo una pagina e se questa è ancora pesante, puoi ricavarne un Pdf ottimizzato. In altri casi, potrebbe essere utile unire più file pdf e ottenerne uno solo. In questa guida ti spiego come risolvere entrambi i problemi.

Per iniziare, occorre precisare che ti serve Acrobat Professional, scaricabile dal sito Adobe. Ora vediamo come estrapolare una pagina da un documento molto pesante. Apri il documento in formato Pdf e clicca su Documento. Dall’elenco che compare, scegli la voce Estrai pagine. Si apre una piccola finestra.

Qui inserisci il numero di pagina che vuoi estrapolare. Se vuoi eliminare le pagine dal documento originale, metti un segno di spunta accanto alla voce Elimina pagine dopo l’estrazione. Se si tratta di più pagine, potresti avere necessità di estrapolarli come file separati, in questo caso, metti il segno di spunta accanto alla voce Estrai pagine come file separati.

Quindi conferma la tua scelta con Ok. Ora vai su File/salva con nome. Inserisci un nome per il file, scegli il percorso di salvataggio e poi clicca su Salva. Se ti rendi conto che il documento è ancora un file di grosse dimensioni, riaprilo con un doppio clic e poi clicca su file/salva con nome. Clicca sulla freccetta nera che compare accanto alla voce Salva come e scegli File Adobe Pdf ottimizzati. Quindi inserisci un nome per il file, scegli il percorso di salvataggio e clicca su Salva.

Se invece vuoi ottenere un Pdf unico da più file, apri uno di questi file e poi clicca su Crea Pdf posto in alto a sinistra. Dall’elenco scegli Da più file. Nella nuova finestra clicca su Aggiungi file. Quindi seleziona i vari file e clicca su aggiungi file. Se vuoi un Pdf leggero metti un segno di spunta accanto alla voce Dimensioni file più piccole.

Altrimenti, lascia il segno di spunta a dimensioni predefinite. Clicca su Avanti. Nella nuova finestra, assicurati che l’ordine dei file sia corretto, altrimenti spostali cliccando sul file e scegliendo sposta su. Quindi clicca su Crea. Nella nuova finestra clicca su Salva. Ora inserisci un nome per il file, scegli il percorso di salvataggio e clicca su Salva.

Molto interessante.

La funzionalità Esegui (accessibile dal menu Start) è presente in Windows fin dalle sue prime versioni. Si tratta di una caratteristica molto comoda in quanto permette di avere accesso a funzioni di sistema (utilità di deframmentazione dischi, pulizia disco, editor del registro di sistema, eccetera), componenti del pannello di controllo ed eseguibili vari sparsi nel computer.

Oltre alla possibilità di lanciare programmi di terze parti ed eseguibili insiti al sistema, vi è anche la possibilità di accedere a una cartella digitandone solo il suo percorso. Oltre ciò, si può anche accedere a percorsi di sistema predefiniti con tre caratteri al massimo.

Digitando “.” (un singolo punto) in Esegui e premendo Invio, apriremo la cartella principale dell’utente corrente (immagine d’apertura).

Digitando “..” (due punti) in Esegui e premendo Invio, apriremo invece la cartella generale degli utenti.

Digitando “…” (tre punti) in Esegui e premendo Invio, accederemo alle risorse del computer (che in Windows Vista e Windows 7 si è trasformato solo in Computer).

Digitando “\” (una backslash) in Esegui e premendo Invio, accederemo alla radice del disco rigido di sistema.

Le cornici digitali sono dispositivi che permettono di mostrare fotografie su uno schermo.
Si tratta quindi di un’alternativa alle solite cornici per foto che si trovano in casa, con il vantaggio di potere cambiare automaticamente le immagini che sono mostrate.

Nella scelta della cornice digitale da comprare troviamo diversi elementi da tenere in considerazione.
Il più importante è sicuramente la dimensione dello schermo, che è anche quello che influenza maggiormente il prezzo.
Troviamo cornici piccole, 7 pollici, e cornici molto grandi, 15 pollici.
Gli schermi più piccoli ovviamente consumano meno.

cornice-digitale

Importante è poi la presenza di una memoria interna.
Se questa è disponibile, è possibile caricare le immagini senza bisogno di utilizzare supporti esterni.

In alternativa, bisogna valutare quali supporti sono supportati.
Solitamente le cornici digitali supportano le schede di memoria SD, che devono quindi essere utilizzate per il trasferimento delle foto.

Bisogna poi verificare quali sono i video e gli audio supportati.
Non tutti i formati sono infatti supportati dai diversi dispositivi presenti sul mercato.

Tra le funzionalità aggiuntive da considerare troviamo la possibilità di adattare automaticamente le foto allo schermo e di applicare effetti particolari.
Si tratta di funzionalità che sono solitamente disponibili solo dei dispositivi più avanzati, con un prezzo maggiore.

Tra le altre funzionalità che possono essere interessanti segnaliamo la possibilità di programmare l’accensione e lo spegnimento del dispositivo.

Per quanto riguarda i marchi, Philips è sicuramente una delle aziende più conosciute in questo settore.
Maggiori informazioni sui modelli possono essere trovate su questo sito sulle cornici digitali.

Seguendo le indicazioni proposte è quindi possibile scegliere la cornice digitale migliore.

Con questa mia semplice guida in pochi passi ti insegno come si usa un client ftp e come uplodare i file nel sito. Ti chiedo solamente pochi minuti per seguire questa piccola guida.

Inizia, se già non ne hai uno, a scaricare un software FTP (File Transfer Protocol) da cui potrai uploadare i file necessari. Consiglio FileZilla, che potete ottenere gratuitamente su questo sito. Oltre a questo devi possedere uno spazio web in cui caricare i file necessari per il sito, tenendo sempre presente l’id e la password per accedere al servizio FTP; gli stessi sono solitamente indicati dal servizio web.

Accedi al programma che hai installato (nell’esempio FileZilla) e apri “Gestione Siti”. Qui, registra il tuo sito, seguendo le indicazioni a video e inserendo i dati richiesti; ovvero, “nome sito” e “password”. Adesso hai pieno accesso al servizio FTP, e potremo dunque selezionare i file pronti per essere uploadati.

Il procedimento impiegherà più o meno tempo dipendentemente dall’entità di file che intendete caricare. In alternativa al servizio appena indicato, che si appoggia su un software specifico, sarà possibile procedere all’upload anche aprendo su pagina web l’indirizzo “ftp://www.nomesito.it”, sostituendo ovviamente al nomesito il target del vostro portale. Quest’ultimo garantisce però una minore sicurezza di riuscita.

Uno dei motivi per i quali non è facile passare a linux da windows è la compatibilità. Molti programmi girano solo su windows, altri su linux, ma tu sei abituato a quelli per windows e non hai intenzione di imparare a usare il programma per disegnare, per modificare video, per programmare etc? Allora ti serve Wine!

Su Linux Ubuntu Per prima cosa devi installare Wine. Per farlo, dal menù “sistema” di ubuntu fai click su “amministrazione” e poi su “gestione pacchetti” o “installazione pacchetti” a seconda della versione di ubuntu che stai utilizzando. Aspetta qualche secondo che l’elenco dei pacchetti venga caricato. Adesso digita “wine” nel campo di ricerca veloce, lo spazio in alto accanto al tasto “cerca” e clicca invio.

Seleziona ora il pacchetto di nome “wine” che dovresti vedere nell’elenco sotto adesso per installarlo. Poi accetta di installare i pacchetti che ti vengono consigliati in una piccola finestra che vedrai aprire. Adesso hai selezionato così i pacchetti da installare, fai click su applica in alto nel gestore di pacchetti.

Conferma di voler installare i pacchetti selezionati tramite la finestra che vedrai aprire e attendi la fine del processo di installazione che durerà pochissimi minuti. Adesso wine è istallato! E puoi usarlo per istallare sul tuo ubuntu i programmi di windows. Vai al file.exe che installa il tuo programma di windows e cliccaci con il tasto destro del mouse, scegli “apri con wine”.
Adesso segui la normale procedura di quel programma come su windows e utilizzalo. una volta installato un programma tramite wine puoi lanciarlo dal menù “applicazioni” sotto la voce “wine”. Non tutti i programmi di windows sono sopportati da wine ed è sempre consigliato trovare un programma di ubuntu che li sostituisca, anche per la consueta potenzialità dei programmi linux, ma per la maggior parte andrà più che bene Wine.