Le immagini disco, come i famosi file .ISO, rappresentano un’alternativa ai supporti ottici ed una valida soluzione di backup.
Virtual CloneDrive è un’utility gratuita e molto semplice da utilizzare per utilizzare le immagini disco (effettuare il mount) sui nostri sistemi Windows.Cos’è un’immagine disco
Un’immagine disco è un singolo file che replica l’intero contento e la struttura di un supporto di archiviazione.
Possiamo creare l’immagine di un supporto ottico per poterla masterizzare in un secondo momento o per utilizzare il file immagine al posto del supporto fisico.

Montare un’immagine disco (dall’inglese mount) consiste nel rendere accessibile al sistema l’immagine: virtualmente corrisponde all’inserire il CD/DVD nel lettore del nostro computer.
Le immagini disco possono essere archiviate come backup dei supporti fisici (che spesso vengono smarriti o graffiati) o utilizzate al loro posto nei computer privi di unità ottico, per esempio i netbook.

immagini iso

Altro fattore importante è il risparmio economico che potremmo avere, ogni volta che possiamo fare a meno di masterizzare un CD o DVD.
Possiamo creare l’immagine di un intero hard disk, per poter ripristinare l’intero sistema operativo ed i programmi installati in caso di necessità.

Virtual CloneDrive è un’utility gratuita che permette di effettuare in modo molto semplice il mount di tutti i più comuni formati di immagini disco, quali .ISO, .BIN, .CCD, .DVD, .IMG, .UDF.
Scarichiamo Virtual CloneDrive e procediamo all’installazione.
Ci vinene richiesto a quali formati vogliamo associare il programma: mettiamo la spunta su tutti i formati, salvo diverse preferenze personali sull’apertura di files con applicativi specifici.

Diamo il nostro consenso all’installazione del controller di archiviazione, necessario al funzionamento del programma.

Completata l’installazione avremo l’icona di un CD sulla barra delle applicazioni, e da qui potremmo accedere velocementa al mount delle immagini disco e alle impostazioni (setting) dell’applicativo.

Vediamo alcune di queste impostazioni. Possiamo impostare il numero di unità virtuali create dal programma, che ritroveremo in risorse del computer: su ognuna di queste potremmo montare un’immagine disco diversa. Spuntando l’opzione “pecora virtuale“, le icone delle unità virtuali saranno facilmente riconoscibili dalla simpatica pecorella, simbolo del programma. Con la voce “Keep history of recently mounted images” (non tradotta nella versione da noi testata) richiediamo al programma di mantenere lo storico delle immagini disco montate recentemente e ritrovarcele proposte quando andreamo a montare un’immagine. Se vogliamo automatizzare il mount delle nostre immagini, possiamo spuntare “automonto ultima immagine“, molto comodo se vogliamo un’immagine sempre disponibile.
Per montare un’immagine disco, possiamo farlo andando sull’icona del programma, dalla barra delle applicazioni: agendo con il tasto destro vedremo la lista dei driver virtuali e potremmo montare l’immagine su ciascuno di questi. Da Risorse del Computer, potremmo accedere al mount agendo con il tasto destro su un’unità virtuale e scegliendo “Monta…” dal menu Virtual CloneDrive.

L’utilizzare immagini disco virtuali al posto del classico supporto CD/DVD, rappresenta un’alternativa pratica ed economica alla masterizzazione.
Tra le soluzioni software presenti,Virtual CloneDrive è uno dei prodotti gratuiti meglio riusciti.
Vi invito a provare questa soluzione e a farci sapere cosa ne pensate con i vostri commenti.

Post Navigation